salta al contenuto

Ricezione querele, esposti e denunce

COS'E'

Il servizio concerne il deposito, presso le sezioni di Polizia Giudiziaria, degli atti delle notizie di reato provenienti da privati cittadini (esposti e querele).

CHI

Il deposito di querele, esposti e denunce può essere effettuato dai seguenti soggetti:

  • tutti coloro che ritengono di essere stati lesi in prima persona;
  • il legale nominato;
  • gli Organi di Polizia Giudiziaria (ogniqualvolta vengano a conoscenza della notizia di reato;
  • in caso di parte offesa minorenne, la querela può essere depositata dal genitore, dal tutore o da un eventuale curatore speciale.

COME/ DOCUMENTAZIONE

È necessario presentare un documento di identità valido.

Il cittadino o l’avvocato difensore deposita la propria querela, istanza o denuncia presso le Sezioni di Polizia Giudiziaria incardinate presso la Procura della Repubblica o presso gli Organi di polizia giudiziaria presenti sul territorio. Al momento del deposito il denunciante può specificare che intende essere avvisato in caso di richiesta di archiviazione del PM ai sensi dell’art.408 c.p.p. In seguito al deposito, previo visto del Procuratore della Repubblica, le denunce vengono iscritte nei registri informatizzati della Procura, secondo la decretazione effettuata dal Pubblico Ministero incaricato. Completata l’iscrizione, si apre la fase delle indagini preliminari al termine delle quali si procede alla richiesta di rinvio a giudizio o all’archiviazione.

ATTENZIONE: NON E' POSSIBILE FAR PERVENIRE SIMILI ATTI VIA PEC/EMAIL DA PARTE DEI PRIVATI CITTADINI.

DOVE

Sezioni di Polizia Giudiziaria o Organi di Polizia Giudiziaria presenti sul territorio.

COSTO

Esente da costi